Giro delle Tre Cime di Lavaredo

46°38′13.08″N 12°18′38.1″E

Il circuito ad anello delle Tre Cime di Lavaredo è forse uno dei percorsi più iconici di tutte le Dolomiti italiane.
Non presenta grosse difficoltà e non può mancare nella check-list di chi come noi è appassionato di trekking ed escursioni di montagna.
Mediamente ci vogliono dalle 3/4 ore per percorrere tutto l’anello (pause escluse) e il dislivello di aggira sui circa 500 metri.

Le Tre Cime di Lavaredo sono il vero e proprio simbolo delle dolomiti e nel 2009 sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Esse si suddividono in:

  • Cima Grande: 2.999 m.t. (la centrale)
  • Cima Ovest: 2.973 m.t.
  • Cima Piccola: 2.857 m.t.

Queste sono state testimoni anche di uno dei più importanti fronti della Grande Guerra (tra il 1915 e il 1917) e sono evidenti i resti lasciati dai combattimenti d’alta quota (trincee, gallerie e ripari).

Il classico giro ad anello delle Tre Cime ha come base di partenza il famoso Rifugio Auronzo, qui è presente un’enorme parcheggio dalla quale partono numerosi sentieri (vedi il nostro articolo “Cadini di Misurina”).
Per raggiungere questo parcheggio con la vostra auto dovete mettere in conto il pagamento di un pedaggio (circa 30 euro/auto) obbligatorio che sarà da effettuare presso un casello con sbarra posto all’imboccatura della strada panoramica appena dopo il Lago d’Antorno.
Purtroppo a causa dell’enorme afflusso di turisti durante i periodi di alta stagione ha reso obbligatoria questa scelta, vi consigliamo anche di arrivare di prima mattina in quanto una volta raggiunte il numero massimo di “entrate” il casello viene chiuso rendendo impossibile raggiungere in auto il parcheggio del Rifugio Auronzo.

Il sentiero da percorrere parte proprio nei pressi del Rifugio Auronzo ed è il CAI 101, questo è relativamente semplice e possono percorrerlo anche le persone meno allenate.
Seguendo questo percorso raggiungerete in poco tempo il Rifugio Lavaredo, posto proprio sotto la Cima Piccola.
Da qui il sentiero prosegue e una volta superato un piccolo dislivello raggiungerete la Forcella Lavaredo, da questo rialzo naturale potrete ammirare le Tre Cime alla vostra sinistra e il distante Rifugio Locatelli alla vostra destra.
Questa sarà la nostra destinazione principale e già da ora, proseguendo sempre per il sentiero CAI 101, avrete modo di osservare una delle viste più iconiche delle Dolomiti.
Una volta raggiunto il rifugio Locatelli, posto a 2.450 m.t. e inaugurato nel 1886, vale veramente la pena fermarsi per una sosta, da qui potrete scattare le iconiche foto che vedete nel web e sui libri ma non dimenticatevi però di fermarvi presso il rifugio per un’eventuale buon pasto!
Se ne avete voglia vi consigliamo anche di visitare i vicini Laghi dei Piani, sulle pendici della Croda Fiscalina e del Monte Paterno.

Per il ritorno potete scegliere se ritornare al Rifugio Auronzo lungo lo stesso sentiero che avete percorso durante l’andata o se imboccare il sentiero CAI 105 con destinazione finale sempre il rifugio che vi ha fatto da base di partenza.
Questo sentiero inizia con una breve discesa per poi risalire con costanza sino a raggiungere la Forcella Col di Mezzo.
Percorrere questo sentiero, chiudendo quindi l’anello che circonda le Tre Cime di Lavare, vi darà la possibilità di osservare queste vette da un’angolazione diversa dal solito.
Seguendo sempre le indicazioni per il CAI 105 affronterete un facile tratto in salita che vi porterà proprio nei pressi del parcheggio del Rifugio Auronzo.