Percorso Panoramico del Seceda

46.5981° N, 11.7242° E

Se nel vostro taccuino di viaggio dolomitico state cercando di spuntare tutti i meravigliosi punti panoramici delle Dolomiti, quello che vi proponiamo oggi è uno dei punti fotografici e iconici più importanti non solo della Val Gardena, ma delle intere Dolomiti.

NOTE INFORMATIVE:

Dislivello percorso: 850 mt in salita
Distanza : 15 km
Tempo di percorrenza : 2h e mezza andata – 2h ritorno (tot. 4h/4h e mezza)
Difficoltà: Intermedia, il percorso è abbastanza semplice e ben condotto da segnavia sempre ben visibili, dislivello di media difficoltà.

L’itinerario che vi presenterò di seguito riguarda il percorso per raggiungere l’alpe Seceda partendo da Santa Cristina in Val Gardena.
Come sopra citato, la partenza sarà dal paese di Santa Cristina e ci si dirigerà verso il parcheggio “Praplan-Cristauta”.
Esso è ben segnalato dai cartelli stradali ed è visibile anche nei principali sistemi di navigazione come per esempio Google Maps.
Il parcheggio è gratuito tutto l’anno tranne dal 28/07 – 31/08. 
Parcheggiata l’auto, iniziamo il percorso!

Prendiamo subito il sentiero numero 4, ben segnalato e visibile dall’entrata del parcheggio.


Il sentiero parte con una salita moderata, ma lungo il percorso ben curato sarà possibile concedersi una pausa, in quanto sono posizionate diverse panchine in alcuni punti panoramici ben esposti per potersi riposare e contemporaneamente godere di una vista strepitosa sulle cime dolomitiche del Sassolungo e Sassopiatto.


La prima parte del percorso, vi condurrà a Col Raiser in circa 45 minuti.
Noterete subito di essere arrivati a Col Raiser e vi troverete circondati da vallate verdi e piccole malghe di legno.


Diversi sentieri saranno percorribili per arrivare in cima, per di più percorsi sterrati utilizzati anche dai mezzi di servizio delle malghe.


Da qui potete continuare il percorso seguendo il segnavia che indica la “baita Troier”, luogo raggiungibile in circa 40 minuti da Col Raiser.
Una volta arrivati alla baita concedetevi una bella pausa di ristoro se ne vorrete, i piatti sono ottimi!
Noi qui abbiamo deciso di pranzare qui, seduti fuori con la vista delle Dolomiti di Puez e del Catinaccio, ve lo consiglio.

Per proseguire il cammino verso il Seceda, prendete il primo sentiero posto poco prima della malga Troier, sulla vostra sinistra.
Questo percorso inizialmente non è segnato da un cartello, infatti abbiamo dovuto chiedere informazioni per come procedere.
Dovrete percorrere quindi il sentiero numero 1, che via via sarà sempre più stretto ma percorribile grazie anche al percorso sterrato.


Proseguendo il cammino, inizierete ad intravedere il classico scenario fotografico mozzafiato, ovvero inizierete a vedere le punte delle Odle.
Arriviamo così dopo circa 2 ore e mezza totali di camminata al punto panoramico del Seceda a 2500 mt di altitudine.

Qui, prendetevi il vostro tempo, per contemplare la vista meravigliosa che avrete di fronte e per scattare molte foto ricordo dopo le fatiche fatte fino a questo punto.

Nel lato est della funivia, è presente inoltre un vero e proprio balcone panoramico dove è installata una struttura con vista a 360°, che vi indicherà tutti i nomi delle montagne che vi si presentano davanti.


Al termine della visita, abbiamo intrapreso la discesa ripercorrendo al contrario il percorso dell’andata, questa volta con più facilità, ritornando al parcheggio in circa 2 ore di cammino.

In conclusione, possiamo dire che il Seceda è una delle esperienze dolomitiche da non perdere per chi è in vacanza nella Val Gardena e per tutti coloro che vogliono godere dei panorami più meravigliosi delle Dolomiti.